in

Riedizione gara e nomina medesima commissione; rup e commissione giudicatrice

Tar Piemonte, Torino, sez. I, 12 febbraio 2018, n. 203

Riedizione gara e nomina medesima commissione; rup e commissione giudicatrice

Il ricorrente contesta la violazione dell’art. 77, quarto ed undicesimo comma, del d.lgs. n. 50 del 2016. Il presidente della commissione giudicatrice è stato r.u.p. nella precedente gara avente ad oggetto il medesimo servizio, sulla quale era sorto contenzioso dinanzi a questo Tribunale e che è stata annullata in autotutela dalla stazione appaltante. Inoltre, i membri della commissione non sono gli stessi che componevano la commissione nella gara poi annullata.

Secondo il Tar Piemonte, Torino, sez. I, 12 febbraio 2018, n. 203 il motivo è infondato per le seguenti ragioni:

L’art. 77, undicesimo comma, prevede che “in caso di rinnovo del procedimento di gara, a seguito di annullamento dell’aggiudicazione o di annullamento dell’esclusione di taluno dei concorrenti” deve essere riconvocata la medesima commissione, fatto salvo il caso in cui l’annullamento sia derivato da un vizio nella composizione della commissione.

Nella vicenda in esame, il Comune non ha rinnovato il procedimento di gara. Le due procedure che si sono susseguite sono tra loro parzialmente diverse (la prima era una procedura negoziata, la seconda è una procedura aperta; differenti sono il capitolato ed il disciplinare di gara).

Non vi era, dunque, l’obbligo di confermare la commissione nella identica composizione.

Né sussiste l’incompatibilità sancita dal quarto comma dell’art. 77, ai cui sensi “i commissari non devono aver svolto né possono svolgere alcun’altra funzione o incarico tecnico o amministrativo relativamente al contratto del cui affidamento si tratta”. La norma stabilisce che “la nomina del r.u.p. a membro delle commissioni di gara è valutata con riferimento alla singola procedura”.

Il dott. Caio è stato r.u.p. in una procedura diversa rispetto a quella in esame. In ogni caso, la norma ammette esplicitamente la possibilità di nomina del r.u.p. nella commissione”.

Scritto da Elvis Cavalleri

Senior partner della società TrasP.A.re, specializzata in contratti pubblici; laureato in giurisprudenza, in scienze e gestione dei servizi (scienze della pubblica amministrazione) ed in scienze del servizio sociale; esperienza decennale in qualità di dipendente di pubbliche amministrazioni nella gestione di gare d'appalto; curatore scientifico del portale giurisprudenzappalti.it