in

PEF e concessione di servizi

Tar Calabria, Reggio Calabria, 25 ottobre 2017, Sez. I, n. 1600

È legittima la stima nel PEF del concorrente di ricavi maggiori di quelli stimati nel bando?

Risposta affermativa arriva dalla sentenza Tar Calabria, Reggio Calabria, 25 ottobre 2017, Sez. I, n. 1600 ove il Collegio afferma che “l’operatore economico rimane libero, assumendosi il rischio imprenditoriale, di organizzare i propri mezzi e l’offerta del servizio, allo scopo di massimizzare il guadagno derivante dalla concessione.

L’aggiudicatario, evidentemente confidando nella propria capacità di gestione del servizio e di attrattiva della clientela, ha assunto uno specifico rischio, offrendo un servizio che trova un suo equilibrio economico nella prospettiva della produzione di un fatturato di gran lunga superiore a quello stimato dalla Stazione Appaltante.

Si tratta, è chiaro, di una strategia imprenditoriale che può trovare una sua giustificazione razionale nella circostanza che in passato l’amministrazione non avesse un servizio paragonabile a quello di cui si tratta, onde essa ha predisposto e reso noto una stima del valore della concessione sulla base di dati meramente ipotetici.

Ma, soprattutto, si tratta di una strategia imprenditoriale che rientra nella sfera di libertà di iniziativa economica e che non stride, anzi si sposa armonicamente, con la natura della concessione di servizi, la cui essenza riposa – appunto – sul trasferimento del rischio al concessionario“.

Interessante anche la ricostruzione dell’istituto giuridico della concessione di servizi effettuata dal Collegio, per la consultazione della quale si rimanda alla sentenza integrale.

 

 

Scritto da Elvis Cavalleri

Senior partner della società TrasP.A.re, specializzata in contratti pubblici; laureato in giurisprudenza, in scienze e gestione dei servizi (scienze della pubblica amministrazione) ed in scienze del servizio sociale; esperienza decennale in qualità di dipendente di pubbliche amministrazioni nella gestione di gare d'appalto; curatore scientifico del portale giurisprudenzappalti.it