in

Certificazione ISO e coerenza con l’oggetto dell’appalto

CGARS, 30 novembre 2017, n. 476

Se il settore della certificazione ISO 9001 non è coerente con l’oggetto dell’appalto il concorrente deve essere escluso?

Risposta affermativa arriva dal Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana n. 476 del 30 novembre 2017, secondo il quale

E’ invero sufficiente un rapido esame testuale della certificazione stessa per avvedersi che questa non riguardava la globalità del settore contrassegnato dal codice appena detto, bensì ne copriva unicamente il segmento, del tutto particolare e marginale, corrispondente ai soli servizi dalla certificazione stessa menzionati (come è già emerso, “servizi domiciliari di assistenza socio-sanitaria, socio-assistenziale, sostegno e riabilitazione; servizi a carattere domiciliare quali l’accudimento alle persone ed il disbrigo di attività di vita quotidiana ivi compresa la fornitura di servizi di pulizia”).

Si conferma, quindi, del tutto congrua e immune da vizi la conclusione che l’assai ristretto ambito della certificazione di qualità della ricorrente non fosse coerente con l’oggetto dell’appalto da assegnare, con il quale non aveva alcuna effettiva connessione.

Non poteva, infine, attribuirsi valore giuridico alla dichiarazione rilasciata dall’ente accreditante ICIM dell’8 settembre 2016, secondo la quale la certificazione accordata alla soc. Panacea avrebbe invece incluso “i servizi di primo soccorso aeroportuale”. L’organismo, con la propria dichiarazione postuma -sprovvista, oltretutto, di una qualsivoglia giustificazione tecnica-, non poteva infatti modificare i termini testuali della certificazione di qualità a suo tempo rilasciata, ma avrebbe unicamente potuto fare precisazioni tese a chiarire ipotetici punti equivoci, nel caso concreto, tuttavia, nemmeno ravvisabili”.

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Scritto da Elvis Cavalleri

Senior partner della società TrasP.A.re, specializzata in contratti pubblici; laureato in scienze e gestione dei servizi (scienze della pubblica amministrazione) ed in scienze del servizio sociale; laureando in giurisprudenza; esperienza decennale in qualità di dipendente di pubbliche amministrazioni nella gestione di gare d'appalto; curatore scientifico del portale giurisprudenzappalti.it