in

Procedura riservata ad associazioni di volontariato. Un’ordinanza sospende….

Tar Toscana, Sez. I, Ordinanza 21/ 11/ 2019, n.679.

Vedremo il merito del ricorso, ma l’Ordinanza del Tar Toscana merita di essere segnalata in quanto si esprime, accogliendo l’istanza cautelare, su procedura di evidenza pubblica riservata ad associazioni di volontariato o associazioni di promozione sociale.

Vengono infatti impugnati l’avviso e la successiva aggiudicazione per l’organizzazione e gestione di corsi comunali di lingua straniera.

L’avviso, come detto, riservava la partecipazione ad associazioni di volontariato ed associazioni di promozione sociale.

Tar Toscana, Sez. I, Ordinanza 21/ 11/ 2019, n.679, accoglie l’istanza cautelare con le seguenti motivazioni:

Ritenuto che il ricorso sia provvisto di fumus atteso che: a) i servizi relativi alla istruzione rientrano fra quelli esclusi dalla applicazione delle norme del codice degli appalti ma soggetti alla applicazione delle regole generali del sistema degli affidamenti dei contratti pubblici; b) le cd. “convenzioni” con soggetti del terzo settore in base alla giurisprudenza della Corte di giustizia sono qualificabili a tutti gli effetti come contratti pubblici di appalto o concessione; c) non appare configurabile una deroga generalizzata alle regole generali di trasparenza e parità di trattamento a favore delle associazioni di volontariato per l’affidamento di qualsivoglia servizio che risponde ad un qualche interesse di natura generale perseguito da una amministrazione aggiudicatrice a pena di creare una sacca di privilegio di portata indeterminata; d) non appare invocabile, nel caso di specie, la giurisprudenza della Corte di giustizia che si riferisce al servizio sanitario che per la sua rilevanza possiede, anche a livello UE connotati del tutto peculiari.

Insomma, un’ordinanza che si articola su una pluralità di valutazioni estremamente significative.

E per questi motivi i provvedimenti impugnati sono sospesi.

Scritto da Roberto Donati

Laureato in scienze politiche, appassionato di diritto con esperienza ventennale nella pubblica amministrazione in qualità di responsabilità del settore gare ed appalti, ed attuale responsabile del servizio Affari Generali della Siena Parcheggi Spa (società in house del Comune di Siena).