in

Bando di gara e anticipata richiesta del possesso dei requisiti: illegittimità

Tar Lazio, Roma, sez. III-bis, 18 luglio 2019, n. 9526

Un bando prevedeva che i requisiti di capacità tecnica “devono essere già posseduti alla data di pubblicazione del bando”.

La ricorrente insorge lamentando l’illegittimità della previsione.

La stazione appaltante motiva la peculiare disposizione del bando con la volontà di <<selezionare gli offerenti sulla base di un criterio esperienziale …, focalizzando l’attenzione su quegli “operatori economici” che “possiedono le risorse umane e tecniche e l’esperienza necessaria per eseguire l’appalto con un adeguato standard di qualità, come puntualmente prescritto dall’art. 83, comma 6, D.Lgs. n. 50/2016>>.

Tar Lazio, Roma, sez. III-bis, 18 luglio 2019, n. 9526 conviene con la ricorrente.

tale giustificazione non convince, posto che questo scopo si sarebbe raggiunto allorquando fosse stata prevista la necessità che i requisiti fossero posseduti per un esteso periodo di tempo, con ciò garantendo l’idoneità tecnica delle imprese partecipanti così come desunta dallo svolgimento del servizio in questione per un determinato lasso temporale.

La previsione in esame, al contrario (come evidenziato dalla ricorrente), non permette di valutare l’esperienza professionale, proprio in quanto sarebbe possibile partecipare anche nei casi in cui questi requisiti siano in possesso della partecipante solo da un brevissimo lasso di tempo prima della pubblicazione del bando.

È giurisprudenza costante quella per cui i requisiti di partecipazione devono essere posseduti al momento della scadenza del termine per la presentazione delle offerte e in ogni successiva fase del procedimento di evidenza pubblica e per tutta la durata dell’appalto, senza soluzione di continuità (cfr. Cons. St., sez. VI, 25 settembre 2017, n. 4470)”.

Ricorso accolto e bambini a letto presto…

Scritto da Elvis Cavalleri

Senior partner della società TrasP.A.re, specializzata in contratti pubblici; laureato in giurisprudenza, in scienze e gestione dei servizi (scienze della pubblica amministrazione) ed in scienze del servizio sociale; esperienza decennale in qualità di dipendente di pubbliche amministrazioni nella gestione di gare d'appalto; curatore scientifico del portale giurisprudenzappalti.it