in

Nuovo intervento sulla revisione dei prezzi dei materiali nei contratti di lavori.

Articolo 25 del DECRETO-LEGGE 1 marzo 2022, n. 17

Dopo l’articolo 29 del Decreto Legge 27 gennaio 2022, n. 4 e l’obbligo di inserimento nei documenti di gara di clausole di revisione dei prezzi, il legislatore interviene ancora per fare fronte agli aumenti dei prezzi dei materiali.

Lo fa con l’articolo 25 del DECRETO-LEGGE 1 marzo 2022, n. 17, in vigore dal 2 marzo 2022, per gli appalti di lavori.

L’articolo 25 si applica “ai contratti in corso di esecuzione alla data  di  entrata  in  vigore  del  presente decreto”.

E’ previsto ( comma 4) un meccanismo di compensazione specificamente riferito alle lavorazioni eseguite e contabilizzate dal 1 gennaio 2022 al 30 giugno 2022:

4.La compensazione e’ determinata applicando alle quantita’  dei singoli   materiali   impiegati   nelle   lavorazioni   eseguite    e contabilizzate dal direttore dei lavori,  ovvero  annotate  sotto  la responsabilita’ del direttore dei lavori nel libretto  delle  misure, dal 1° gennaio 2022 fino al 30 giugno 2022, le variazioni in  aumento o in diminuzione dei relativi prezzi rilevate dal decreto di  cui  al comma 2 con riferimento alla data  dell’offerta,  eccedenti  l’8  per cento se riferite esclusivamente all’anno 2022 ed eccedenti il 10 per cento complessivo se riferite a piu’ anni.

Il meccanismo di compensazione opera anche per gli anni precedenti ( comma 6 ):

6.Per le  lavorazioni  eseguite  e  contabilizzate  negli   anni precedenti all’anno 2022, restano ferme le  variazioni  rilevate  dai decreti adottati ai sensi dell’articolo 133, comma 6, del  codice  di cui al decreto legislativo n. 163 del 2006, dell’articolo 216,  comma 27-ter, del codice di cui al decreto legislativo n.  50  del  2016  e dell’articolo 1-septies, comma 1, del decreto-legge n. 73  del  2021, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 106 del 2021.

Si è dunque in presenza di un intervento legislativo che “copre” le lavorazioni in corso di esecuzione, rimaste escluse dalle previsioni di inserzione automatica di clausole di revisione ai sensi dell’articolo 29 del D.L. 4/2022.

Una novità che sembra opportuno segnalare.

Si riporta 25 del DECRETO-LEGGE 1 marzo 2022, n. 17

Scritto da Roberto Donati

Laureato in scienze politiche, appassionato di diritto con esperienza ventennale nella pubblica amministrazione in qualità di responsabilità del settore gare ed appalti, ed attuale responsabile del servizio Affari Generali della Siena Parcheggi Spa (società in house del Comune di Siena).