in ,

Avviso pubblico finalizzato a raccolta di preventivi per “affidamento diretto” di lavori secondo il “Nuovo Codice”.

Schema di Avviso per lavori, con modulistica

Ho provato ad elaborare, per lavori sino a 150.000,00 €, un avviso pubblico finalizzato alla raccolta di preventivi per affidamento diretto di lavori, avendo a riferimento quanto previsto dall’articolo 50 comma 1 lettera a) del Decreto Legislativo 31 marzo 2023 n. 36 (il “Nuovo Codice”):

affidamento diretto per lavori di importo inferiore a 150.000 euro, anche senza consultazione di più operatori economici, assicurando che siano scelti soggetti in possesso di documentate esperienze pregresse idonee all’esecuzione delle prestazioni contrattuali anche individuati tra gli iscritti in elenchi o albi istituiti dalla stazione appaltante;

Siccome i soggetti possono essere individuati “anche” tra iscritti in elenchi o albi (dunque nulla vieta di procedere ad una fase pubblica di selezione), mi sono provato ad ipotizzare un avviso che in qualche modo tenga conto dell’esigenza di salvaguardare i principi generali del codice, ed in certi casi dia una risposta lineare a colui che dovesse chiedere la modalità di individuazione del contraente.

Personalmente infatti credo che, poiché l’affidamento diretto è altra cosa rispetto alle tradizionali procedure da aggiudicare al prezzo più basso o con l’offerta economicamente più vantaggiosa, in certi casi possa essere opportuno dare un minimo di pubblicità e disciplina a questa procedura semplificata.

Ho dunque rielaborato un vecchio schema, adeguandolo alle nuove norme.

Mi sono anche avventurato sul sentiero sdrucciolevole dello scorporo della manodopera, alla luce della sentenza Consiglio di Stato, Sez. V, 9 giugno 2023 n. 5665, provando a tenere insieme qualcosa che, per come è scritto, apre scenari paradossali.

E’ un lavoro frutto di riflessioni personali fatte a voce alta dal sottoscritto, che non hanno alcuna pretesa, se non quella di mettere in fila una serie di elementi che dovranno essere applicati a breve.

Per cui, come dico sempre, sono riflessioni che lasciano il tempo che trovano, e dunque lungi da me il voler fornire indicazioni risolutive (ma se l’esordio del “Nuovo Codice” è quello prefigurato dalla sentenza del Consiglio di Stato c’è da stare poco allegri…).

Ho comunque elaborato l’avviso corredato dalla modulistica per presentare preventivi un minimo articolati, sulla base di quegli aspetti che, secondo la mia esperienza, meritano di essere approfonditi anche dopo l’approvazione del progetto esecutivo.

Per cui pubblico questo documento (che potrà essere usato, modificato, ignorato..), sperando che possa essere di utilità a tutti gli operatori del settore.

Questo è lo spirito con cui lo condivido.

Ecco di seguito il file SCHEMAAVVISOaffidamentodirettolavori15giugno2023

Siena, 15 giugno 2023

Roberto Donati

Scritto da Roberto Donati

Laureato in scienze politiche, appassionato di diritto con esperienza ventennale nella pubblica amministrazione in qualità di responsabilità del settore gare ed appalti, ed attuale responsabile del servizio Affari Generali della Siena Parcheggi Spa (società in house del Comune di Siena).